Il titolo nel testo espositivo


Il titolo si trova all’inizio di un testo scritto ed è una breve struttura linguistica (una frase, a volte anche una sola parola) che ha la funzione di indicare in modo chiaro e incisivo l’argomento del testo che segue. In un testo espositivo, il titolo dovrebbe essere esplicativo, senza riferimenti metaforici e non dovrebbe richiedere particolari conoscenze del mondo al lettore, come può invece accadere nei titoli di giornale. Un titolo efficace in un testo scientifico potrebbe essere il seguente:

Origine ed evoluzione delle cellule

Questo potrebbe essere il titolo di un capitolo di un manuale che introduce in maniera chiara e inequivocabile l’argomento del testo.

Al contrario, un titolo inefficace potrebbe essere:

Colpi di flagello e battiti di ciglia

Flagelli e ciglia sono strutture cellulari. Ma queste parole hanno anche altri significati in italiano e vengono usate in contesti completamente diversi insieme alle parole colpi e battiti. Questo titolo fa riferimento quindi a espressioni della lingua comune e risulta inefficace in un testo espositivo.

Essendo parte del paratesto, i titoli sono graficamente riconoscibili, anche perché devono attrarre l’attenzione del lettore.

In genere sono in corpo più grande rispetto al testo, in grassetto e possono essere in maiuscolo, soprattutto per i titoli di un capitolo di un libro. Esempio:

LA CELLULA

I titoli dei paragrafi e dei sottoparagrafi di un testo, sono in genere numerati, in grassetto. Esempio:

1. La comparsa delle prime cellule

I titoli dei sottoparagrafi possono essere in corsivo, senza grassetto Esempio:

2.2. Procarioti ed eucarioti

Share this article:

This article is from the free online course:

Studying in Italian - Science and Mathematics: a MOVE-ME Project Course

Università per Stranieri di Siena (UniStraSi)